News

Il Conservatorio "Niccolò Piccini" di Bari è lieto di invitarvi a Punti di Vista Sin[x]Thésis


 

6 Intellettuali incontrano 5 Video Opere
Una Giornata di Studi sull'opera Audio Video

Modugno (Bari), Giovedì 11 dicembre 2014 , ore 16:00-18:30
Palazzo della Cultura, Piazza Umberto I

 


"Punti di Vista Sin[x]Thésis" nasce da due necessità: una di natura divulgativa e l'altra di natura teorica.

La prima vede protagonisti la Federazione CEMAT (Centri Musicali Attrezzati) e i Corsi di Laurea in Musica Elettronica del Conservaotrio "Niccolò Piccinni" di Bari.  La Federazione, infatti,  promuove dal 1996 le attività dei centri italiani di ricerca e produzione nel settore delle tecnologie informatiche applicate alla musica e dal 1999 è sostenuta dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali quale Ente di Promozione della Musica Contemporanea Italiana.

Alla luce della sua missione il centro bandisce una Call for Music  per promuovere internazionalmente le figure più significative del panorama italiano nei diversi ambiti  della  composizione elettroacustica, anche attraverso la diffusione della collana di Compact Disk “Punti  d'ascolto”.
 
Recentemente sono stati pubblicati gli esiti della sesta selezione.
 
Nel nuovo volume di “Punti di Ascolto” figurano – tra gli altri – i brani elettroacustici  Etude II “Je suis ici”, realizzato da Giuliano Scarola, vincitore del Premio Nazionale delle Arti del MIUR 2010/11, e “A un tempo” di Antonio Scarcia, entrambi diplomati di II livello in Musica Elettronica sotto la guida del Prof. Francesco Scagliola presso il "Niccolò Piccinni".
 
Il risultato indica il consolidamento di quello che potremmo definire una tendenza. Infatti, nella collana risultano inclusi diversi lavori di musicisti formatisi nei corsi di Musica Elettronica del “Piccinni”, allievi del Prof. Scagliola: da Francesco Altieri  con “DisFunzioni RiPercosse” (CD “Punti di ascolto n. 5”), a Francesco Abbrescia con “Studio sull’intonazione della carne” (CD “Punti di ascolto n. 4”, brano vincitore del Premio Nazionale delle Arti 2009),  fino ad  Alessandro Altavilla con “Pixels we lost in the fire”  (CD “Punti di ascolto n. 3”).

"Punti di Vista Sin[x]Thésis" è dunque da inquadrare nella prassi dello scambio culturale che c’è tra istituzione e territorio. Le peculiarità delle opere proposte mostrano quanto variegata sia la produzione del Conservatorio, che spazia dalla Musica Antica, alle più riuscite opere multimediali dei nostri Artisti.

La seconda necessità è più di natura sistemica. La giornata di Studi vede tra i protagonisti, investiti del ruolo di mediatori pubblico-opera, personalità del mondo culturale non addetti a questo tipo di repertorio: l'idea è che presentino le opere da un Punto di Vista "Altro", con l'obiettivo di mettere in contatto più realtà culturali della città, come l'Università, l'Accademia delle Belle Arti, il Politecnico, il Conservatorio di Musica, così da allargare il dibattito ad una platea che introduca nuovi elementi di riflessione nella teoria e prassi dell'Arte.

Punti di Vista Sin[x]Thésis
6 Intellettuali incontrano 5 Video Opere
Una Giornata di Studi sull'opera Audio Video

Modugno (Bari), Giovedì 11 dicembre 2014 , ore 16:00-18:30
Palazzo della Cultura, Piazza Umberto I

Il programma della giornata sarà:

Moderatore:
Prof. Francesco Scagliola – Conservatorio di Musica di Bari

Franco Taldone
“Harmunia Mundi. A Digital Remix” di Valentino De Luca

Francesco Martellotta - Politecnico di Bari
“Studio sull'intonazione della carne” di Francesco Abbrescia

Francesca Bitetto - Università degli studi di Bari
“A un tempo” di Nicola Monopoli

Antonio Rollo – Accademia delle Belle Arti di Bari
 “A un tempo” di Antonio Scarcia

Augusto Ponzio & Michele Lomuto – Università degli studi di Bari & Conservatorio di Bari.
“Lì dove risiede il Desiderio” di Giuliano Scarola.

Elenco dei tesisti per tutti i corsi

Vedi Allegati

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER NUOVA INCLUSIONE O AGGIORNAMENTO DEL PUNTEGGIO AI FINI DELLA STIPULA DI CONTRATTI DI DOCENZA ESTERNA PER L’ANNO ACCADEMICO 2014/2015

Attachments:
Download this file (BANDO_SELEZIONE_PUBBLICA_2014_15.pdf)BANDO_SELEZIONE_PUBBLICA_2014_15.pdf[ ]389 kB

BANDO DI PARTECIPAZIONE AL WORKSHOP DI CHIARA FUMAI:  “ROVESCIA TUTTO”

Nell'ambito del progetto “EDUCATIONAL MANAGEMENT PER L’ARTE CONTEMPORANEA", curato dai proff. Antonella Marino e Maria Vinella, il 17 e 18 dicembre 2014 si terrà il Workshop con l'artista barese di riconosciuto spessore internazionale Chiara Fumai
Il laboratorio, della durata di 16 ore, prevede una fase teorica e una laboratoriale sul tema 'ROVESCIA TUTTO' e sarà finalizzato a “mettere alla prova la Vera Volontà” degli studenti. Ogni partecipante al workshop incontrerà l’artista faccia a faccia per discutere lo stato della sua ricerca, la direzione che vuole intraprendere, le ispirazioni che possono nutrire la ricerca, i blocchi culturali che solitamente impediscono il libero sviluppo di un'opera d'arte.
I partecipanti dovranno prepararsi al colloquio portando del materiale cartaceo o digitale relativo ai progetti recenti, alle ricerche in corso, anche se sono confuse o in via di definizione.

Il programma si articola in due giornate: mercoledì 17 dicembre ci sarà l'incontro con gli studenti in Accademia nella mattinata e un momento di apertura al pubblico nel pomeriggio, al Palazzo delle Poste di Bari, grazie alla collaborazione con il Centro Interdipartimentale Studi di genere dell’Università di Bari. Il secondo giorno, giovedì 18 dicembre, il workshop sarà destinato invece solo agli studenti selezionati e si dovrebbe tenere nell'aula di Storia dell'Arte.

Il bando di partecipazione è rivolto a studenti iscritti sia al Triennio che al Biennio in corso. Gli interessati dovranno fare domanda in Segreteria entro il 10 dicembre, allegando i propri dati anagrafici, il corso e l'anno frequentato. La selezione sarà operata dalle curatrici, per un numero massimo di 15 partecipanti. A ciascuno studente frequentante sarà riconosciuto un credito.

---------

La ricerca di Chiara Fumai (Bari, 1978) attraversa con assoluta libertà la lunga tradizione del femminismo radicale e del medianismo, analizzando il rapporto tra presa di parola, potere e rivolta.

L'artista ha partecipato a DOCUMENTA(13) ed esposto in importanti musei e fondazioni internazionali, tra cui Bozar (Brussels), Fondazione Querini Stampalia (Venezia), White Chapel (Londra), Maison Rouge (Parigi), MUSAC Museo de Arte Contemporáneo de Castilla y León (León), SongEun Art Space (Seoul), Centro D'Arte Dos De Mayo (Madrid), De Appel (Amsterdam). Nel 2013 ha vinto il IX Premio Furla e dal 2014 insegna performance - lecture presso il Dutch Art Institute di Arnhem. Vive e lavora tra Milano e Brussels dove è attualmente residente presso il Wiels Art Center.