Mostre e eventi

Invito alla Presentazione del Catalogo

Le immagini tra le parole e le cose

anima e meccanica di un processo creativo

Prof. ssa Gabriella LARINÀ

Cattedra di Anatomia Artistica / Fenomenologia del Corpo

Accademia di Belle Arti Bari

Venerdì 8 Luglio, 2016 ore 10.00 Biblioteca

 

El signo de la pasión – Il segno della passione
Disegni contemporanei di Spagna e Italia a confronto

In omaggio alla comune origine latina di Spagna e Italia, si organizza un mostra dei disegni dei professori e degli studenti della facoltà di Belle Arti dell’Università Complutense di Madrid e del Dipartimento Arti Visive dell’Accademia di Belle Arti di Bari. L’iniziativa si svolge all’interno del programma europeo Erasmus+, per lo sviluppo delle relazioni fra i Paesi dell’Unione Europea.
La particolare grafia del titolo dipende dal fatto che la parola italiana “passione” in spagnolo si traduce con “pasion”. I disegni mostreranno l’indole appassionata dei due popoli, che con il disegno si può manifestare.
Perché, fra le varie tecniche si sceglie il disegno per questa mostra? Perché s’intende focalizzare l’attenzione sull’importanza che il disegno ancora possiede nella cultura artistica attuale, mostrando l’evoluzione che esso fa registrare nel Contemporaneo, rispetto al disegno classico della tradizione accademica.
La mostra dei disegni si svolgerà dal 7 al 21 settembre 2016 in Madrid, presso la sala mostre della facoltà di Belle Arti dell’Università Complutense e dal 14 al 28 ottobre 2016 presso la Galleria dell’Accademia di Belle Arti di Bari in Mola di Bari.
I docenti potranno aderire con propri disegni; gli studenti potranno aderire all’iniziativa con disegni prodotti all’interno del lavoro di cattedra (di Pittura, Scultura, Decorazione, Grafica d’arte) e dei corsi di Disegno per le varie Scuole del Dipartimento di Arti Visive.
Una commissione in Italia e una commissione in Spagna al termine delle lezioni di questo anno accademico selezionerà i lavori realizzati dagli studenti.


I lavori devono essere consegnati entro il 15 giugno 2016 ai professori referenti (*).


Criteri tecnici di produzione dei disegni: foglio di carta tipo “Fabriano” cm 50x70, con libera scelta tecnica per realizzare il disegno (preferendo penna, inchiostro, matita, carboncino, sanguigna, matite colorate, pastelli).
(*) Referenti per l’Accademia di Belle Arti di Bari: Professori Giuseppina Petruzzelli (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.), Magda Milano (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) Carmela Patrizia D’Orazio (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.), a cui potranno essere richieste tutte le informazioni e consegnati i lavori.

L’Accademia di Belle Arti di Bari presenterà all’interno dello Spazio Murat una mostra d’arte che vedrà coinvolte le seguenti discipline: scultura, pittura, decorazione, grafica, scenografia, fotografia, illustrazione e costume. Inoltre, in anteprima assoluta a Bari, ci sarà un’installazione cubica all’interno della quale verrà proiettata ininterrottamente la tecnica dell’ologramma, con un sistema di controllo ottico a distanza mediante un nuovo software brevettato dall’Accademia.

Inaugurazione martedì 24 maggio 2016, ore 12,00

 

 

Attachments:
Download this file (Nikolart_calendario_eventi.pdf)Nikolart_calendario_eventi.pdf[ ]1213 kB
Download this file (Poster_Nikolart.pdf)Poster_Nikolart.pdf[ ]1409 kB

 

Nero come l’ebano. Il mondo delle forme tra materia e tecnica

Mostra di grafica d’Arte Sperimentale. 07-28 Maggio, 2016.

Pinacoteca Comunale di Arte Contemporanea di Ruvo di Puglia (BA) a cura della Scuola di Grafica d’Arte dell’Accademia di Belle Arti di Bari del Prof. Federico Martino, in collaborazione con il corso di Tecniche Calcografiche Sperimentali del Prof. Giuseppe Carlucci e con il contributo di Ricerca Scientifico/ Artistico Multimediale/ Sperimentale della Cattedra di Anatomia Artistica, Corso di Fenomenologia del Corpo della Prof.ssa Gabriella Larinà. 

La mostra vede il gemellaggio con la Scuola di Grafica d’Arte dell’Accademia di Belle Arti di Catania del Prof. Liborio Curione e dei suoi collaboratori Salvo Ligama e Giuseppe Stissi con cui si è condiviso di recente una Mostra a carattere Internazionale, di grande respiro Artistico - Culturale.

L’evento intende proporre spunti di riflessione sull’”Essere” della Grafica d’Arte nelle forme Contemporanee Sperimentali, quale momento dinamico del Fare Artistico in grado di ampliare l’orizzonte delle possibilità conoscitive, attraverso il supporto di Tecnologie innovative mirate alla ricerca e alla sperimentazione.

Saranno esposte 50 opere realizzate da Studenti e Docenti delle rispettive Scuole di Grafica d’Arte che hanno interpretato la tematica della Mostra attraverso le modulazioni segniche, formali e materiche delle Tecniche Incisorie, amplificando le consapevolezze espressive nell’invenzione e nella libertà creatrice di nuove forme.

Il contributo di Ricerca Sperimentale/Multimediale a cura della Cattedra di Anatomia Artistica - Corso di Fenomenologia del Corpo - della Prof.ssa Gabriella Larinà, previsto per il g. 11 Maggio, sarà invece fatto confluire nel contesto dell’Evento  “NikolArt. Luce e Materia, Tradizione e Innovazione” (24-30 Maggio Sala Murat, Bari), tra i Laboratori dell’Accademia di Belle Arti di Bari.  

L’intervento dal titolo: “Arte come genesi. L’accadere simultaneo di una pluridimensionalità” che prevede inoltre la proiezione del video “Barà. L’Arte è nel Principio”, si terrà quindi giorno 26 Maggio, 2016 alle h.19,00 nella stessa sede.

 

La serata inaugurale della Mostra avrà luogo Sabato 7 Maggio alle h.18,00. 

E’ previsto l’intervento musicale del Cantautore Davide Mangione che presenterà il suo ultimo Album “La Ruota panoramica”, accompagnato dai musicisti: Domenico Passidomo (Violino) e Adriano Segreto (Piano).

 

Contenuti e finalità.

La tematica di Ricerca suggerisce un’ulteriore possibilità di riflessione sul connubio tra la Materia dell’Arte e la Materia della Natura, unite tra loro da una rigorosa convenienza formale. Il mondo delle forme è Materia viva in continua trasformazione, è processo germinativo, movimento dell’esistenza in costante divenire che porta sempre alla luce la sua forma infinita. 

Il lavoro segreto della Natura, posto nel cuore dell’invenzione umana, sotto la spinta di un impulso interiore estrae la sostanza vitale da cui trae origine ogni energia che si sviluppa e si rinnova. Le forme della Materia, nel processo creativo dell’Artista e sotto il controllo della Tecnica, costituiscono un processo di estrema vitalità, capace di far rivivere le forme, permettendo il costituirsi di un mondo in profondità.

 

Segui l'evento su Facebook

Attachments:
Download this file (LOCANDINA UFFICIALE.jpg)LOCANDINA UFFICIALE.jpg[ ]279 kB

Semeia - Mostra di Incisioni

19 Marzo - 10 Aprile 2016
Castello Carlo V, Centro Storico, Monopoli (BA)

a cura della 1a Catt di Grafica d’arte dell’Accademia di Belle Arti di Bari
con il patrocinio del Comune di Monopoli Assessorato alla Cultura.

In collaborazione con Giardino Botanico "Lama degli Ulivi"


Inaugurazione : Sabato 19 Marzo 2016 dalle ore 18.00 alle ore 21.30
Orari:
Marzo: 10 - 12 / 17 - 20
Aprile: 10 - 12 / 18 - 21

Info e contatti 333.66.51.435 - 380.36.88.985 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. / Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sabato 19 Marzo alle ore 18 presso il Castello Carlo V si inaugura la mostra di incisioni “Semeia”

La mostra propone, attraverso l’esposizione di oltre 40 opere, nuovi dialoghi tra riflessione e critica, delle ricerche degli studenti di una delle due cattedre di Grafica d’Arte dell’Accademia di Belle Arti di Bari.
Con loro espongono allievi dell’Accademia di Belle Arti di Roma e i maestri V. Cotugno e A. Pagliarulo. Vengono messi a confronto giovani artisti che, pur nella varietà e diversità, sono accomunati dalla ricerca, tesi a guardare al futuro per meglio conservare la tradizione nell’innovazione. Questi artisti del segno ripercorrono tecniche e linguaggi del passato con nuovo e vivo interesse, sollecitati da una importante energia di sperimentazione e gusto della contaminazione che consente che le linee, le ombre, le macchie, i neri, i grigi, i bianchi, gli inchiostri, i tempi di morsura, i solchi, i segni di ognuna di queste incisioni, sia segnale vivo di una rinnovata visione dell’opera grafica. Il percorso espositivo ci restituisce così il fascino della manualità e il tempo della riflessione che si rivela attento alle spinte del linguaggio contemporaneo. Repertori diversi che sottolineano la costante ricerca della forza dell’immagine attraverso il disegno, base sostanziale e imprescindibile della creatività figurativa.

Espongono i Maestri: Vito Cotugno, Angelo Pagliarulo.
I Cultori della materia: Valentina Bianco, Mariangela Cassano, Gianni De Serio, Maurizio Muolo.
Gli allievi: Cosima Acquaviva, Mauro Altamura, Cosimo Argentiero, Federica Bevilacqua, Valerio Bevilacqua, Mauro De Candia, Antonio Giovane, Lucia Lacirignola, Pasquale Magarelli, Michela Palmieri, Maria Zvaric, Teresa Benedetta Caroleo, Luis Alberto Cutrone, Cristina Piciacchia, Izumi Toyoda, Li Ke.

Cura organizzativa:
Proff. Vito Cotugno, Angelo Pagliarulo
Cultori della materia Mariangela Cassano, Gianni De Serio, Maurizio Muolo

Testo critico: Giustina Coda