Al termine del corso di studi, dopo aver superato tutti gli esami previsti dal piano di studi e le prove di idoneità richieste, lo studente sostiene una prova finale, che consiste nella presentazione di un progetto e nella discussione di una tesi elaborata nell’ambito di uno degli insegnamenti seguiti nel triennio. Alla prova finale e alla preparazione della tesi sono attribuiti i crediti formativi, previsti dal piano di studi presentato nel primo anno di corso. Lo studente iscritto ha diritto a 3 appelli di esame di diploma: estivo, autunnale e invernale. La sessione invernale è considerata come ultimo appello dell’anno accademico a disposizione dello studente, pertanto gli studenti che intendono diplomarsi entro la sessione invernale non devono rinnovare l’iscrizione all’anno accademico successivo.

Carattere e requisiti della tesi


Tema progettuale e titolo di massima della tesi, che non debbono necessariamente essere correlati, sono indicati nell’apposito modulo di richiesta dell’esame di diploma, da consegnare in segreteria entro le date indicate, con le firme del relatore della tesi, del relatore del progetto e del coordinatore del corso. Il tema progettuale e la natura degli elaborati finali sono concordati con un docente di disciplina laboratoriale. L’argomento e titolo della tesi sono concordati, all’interno di una serie di temi indicati all’inizio di ogni anno, con il docente che svolge il compito di relatore, e che deve essere un docente di disciplina teorica. Lo studente deve aver sostenuto almeno un esame con entrambi i docenti.

Condizioni per l’ammissione
Per essere ammessi alla prova finale è necessario aver superato tutte le prove di idoneità e gli esami richiesti dal piano di studio. È possibile sostenere gli esami mancanti nella medesima sessione in cui ci si presenta per la prova finale.

Commissione e punteggi
La Commissione presieduta dal Direttore, o da un suo delegato, ed è composta dal coordinatore del corso, dal relatore della tesi, dal relatore del progetto e da almeno due docenti di discipline inserite nel piano di studi. Il voto finale, espresso in centodecimi, è pari alla media aritmetica dei voti conseguiti negli esami, eventualmente incrementata fino a un massimo di dieci punti. La lode è attribuita all’unanimità su proposta del presidente a condizione che il candidato abbia riportato il massimo dei voti (30/30) nella disciplina di indirizzo.
Al momento della discussione la Commissione verificherà la corrispondenza tra copia depositata in segreteria e quelle presentate ai Commissari. Il riscontro di eventuali difformità comporta l’esclusione del candidato dalla prova finale.

 

Domanda di Tesi


Scadenza : 20 feb (sessione invernale)
Scadenza : 20 giu (sessione estiva)
Scadenza : 20 sett (sessione autunnale)

Documenti da presentare:

Tassa di Diploma
c.c.p. n. 1016 intestato a:
Agenzia delle Entrate
Centro operativo Pescara Tasse Scolastiche
€. 90,84

TR3 : TESI DI DIPLOMA DI I LIVELLO
marca da bollo € 16,00

BN3 : TESI DI DIPLOMA DI II LIVELLO
marca da bollo € 16,00

Libretto

La domanda, con la dicitura “Domanda di Diploma (primo o secondo) livello” deve essere presentata, o inviata per raccomandata con ricevuta di ritorno, a:
Accademia di Belle Arti di Bari
Ufficio Servizi Didattici
Via Re David, 189/c - 70125 - Bari

Archivio digitale della tesi

Si ricorda che la tesi da consegnare entro le date previste deve essere definitiva, rilegata a caldo e con copertina rigida.
Dieci giorni prima della data di discussione della propria tesi occorre:
preparare tre copie di cui una da consegnare all’Ufficio Servizio Didattici
inviare la tesi in formato PDF e le slide di presentazione (PPT, KEY, ODP) all’indirizzo email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. soggetto: nome e cognome, triennio / biennio, corso di diploma, titolo della tesi, docente relatore, sessione tesi

Fuori corso


Scadenza: 20 mar

Gli studenti iscritti all’a.a. precedente che non riuscissero a diplomarsi entro la sessione invernale e devono sostenere esami hanno la possibilità di iscriversi all’anno accademico corrente pagando l’intero contributo accademico dovuto senza addebito dell’indennità di mora.
Chi presenterà la domanda oltre la data sopra indicata dovrà essere autorizzato dal Direttore. Chi sarà autorizzato dovrà versare un diritto di mora come di seguito indicato:

entro 30 giorni di ritardo: €. 50,00;
dal 31 a 90 giorni di ritardo: €. 100,00.

Chi presenta l’istanza d’iscrizione oltre i termini di scadenza dovrà essere autorizzato dal Direttore. Qualora gli iscritti avessero sostenuto entro la sessione invernale tutti gli esami previsti per il piano di studi individuale sono esonerati dal versamento del solo contributo accademico.

In debito della prova finale

Gli studenti che avendo superato tutti gli esami del proprio piano di studi entro la sessione autunnale dell’anno accademico in corso e prevedono di sostenere la tesi nella sessione estiva del nuovo anno accademico, dovranno rinnovare l’iscrizione pagando per intero:

la tassa di concessione governativa
la tassa A.Di.S.U.
la prima rata del contributo accademico.
Gli studenti fuori corso non hanno diritto ad alcun esonero o agevolazione di reddito.


Gli studenti che decidono di sostenere l’esame di tesi nella sessione invernale non sono tenuti ad iscriversi all’anno accademico successivo entro i termini previsti. Nel caso non riescano a diplomarsi nella detta sessione invernale dovranno iscriversi entro e non oltre la data stabilita nel calendario didattico. 

 

Si fa presente che gli studenti possono sostenere l’esame di tesi nella sessione invernale del nuovo anno accademico, soltanto se hanno assolto agli obblighi di frequenza delle materie entro il mese di giugno del precedente anno accademico, dovendo sostenere non più di tre esami oltre la tesi. Gli studenti tenuti a completare il periodo formativo con attività extra-curriculari (stage, workshop, ecc.) devono, altresì, avere acquisito i relativi CFA entro la fine del precedente anno accademico.