Si precisa che il voto di laurea è a discrezione della Commissione, che può attribuire al lavoro di tesi massimo 8 punti, seguendo la procedura e criteri di seguito elencati.
Procedura di svolgimento della seduta di laurea:
vista la necessità di poter discutere e decidere liberamente, senza condizionamento alcuno, la Commissione di Laurea esprime un giudizio focalizzato sul curriculum, gli anni impiegati dal candidato per terminare il ciclo di studi e sul lavoro da lui presentato. La seduta di laurea, al momento dell’attribuzione del voto, procederà come segue:
  1. il candidato, in presenza della commissione, del relatore e del pubblico, illustra la tesi o l’elaborato finale e risponde ad eventuali domande dei membri della commissione di laurea;
  2. la commissione dopo aver ascoltato tre candidati, si allontana dall’aula dove sono presenti pubblico e tesisti. La commissione, riunita in camera di consiglio, ascolta il relatore, che esprime un giudizio sintetico relativo al lavoro di tesi svolto dal candidato, eventualmente proponendo un punteggio e/o la lode; 
  3. la commissione discute, valuta il candidato e decide quale voto finale di laurea attribuire allo studente, nei limiti e con le modalità attualmente previste.

Legge 24 dicembre 2012, n. 228 - provvedimento entrato in vigore il 01 gennaio 2013



DIPLOMA I LIVELLO


Criteri di definizione del voto di Laurea (di primo livello – triennio): 
incremento fino ad un massimo di 8 punti compresi i bonus, da aggiungere alla media ponderata:

  1. se si è in corso, si aggiunge un bonus di 2 punti;
  2. se fuori corso da un anno, si aggiunge un bonus di 1 punto;
  3. se fuori corso da due anni, 0 punti;
  4. da 0 a 6 punti, sentita la proposta del relatore, vengono stabiliti dalla Commissione di Laurea; 
  5. l'attribuzione della lode avviene all'unanimità dei componenti la commissione, se sommando la media ponderata, i bonus e gli eventuali punti di cui alla lettera d., il candidato raggiunge una votazione finale maggiore di 110.

Come previsto dall'articolo 2, comma 1, della legge 21 dicembre 1999, n. 508, i titoli di studio conseguiti presso le Accademie di Belle Arti nel triennio sono equipollenti ai titoli di laurea rilasciati dalle università appartenenti alla classe L-3 dei corsi di laurea, nelle discipline delle arti figurative, della musica, dello spettacolo e della moda.

 

TRIENNIO

Alla media ponderata

Si aggiunge un bonus di

Per lavoro di tesi la commissione può attribuire un voto

L'attribuzione della lode avviene all'unanimità dei componenti la commissione

La lode si ottiene se sommando alla media ponderata, i bonus e gli eventuali punti di cui alla lettera d., il candidato raggiunge una votazione finale maggiore di 110.

Se si è in corso

X

2 punti

0 a 6

Se si è fuori corso da un anno:

X

1 punto

0 a 6

Se si è fuori corso da due anni:

X

0 punti

0 a 6

 

DIPLOMA II LIVELLO


Come previsto dall'articolo 2, comma 1, della legge 21 dicembre 1999, n. 508, i titoli di studio conseguiti nel biennio presso le Accademie di Belle Arti sono equipollenti ai titoli di laurea rilasciati dalle università appartenenti alle seguenti classi:

  • Scienze dello spettacolo e produzione multimediale - dipartimento di Progettazione e Arti Applicate (classe LM-65) 
  • Storia dell'arte - dipartimento di Arti Visive (classe LM-89) per i diplomi rilasciati nell'ambito di tutte le altre scuole.

Criteri di definizione del voto di Laurea (di secondo livello – Biennio):
incremento fino ad un massimo di 8 punti, compresi i bonus, da aggiungere alla media ponderata:

  1. per ogni lode conseguita nelle prove d’esame sostenute durante il percorso di studi, 0,25 punti (fino al massimo di 1 punto complessivo);
  2. se si è in corso, un bonus di 1 punti;
  3. se fuori corso, 0 punti;
  4. da 0 a 6 punti, sentita la proposta del relatore, vengono stabiliti dalla Commissione di Laurea; 
  5. l'attribuzione della lode avviene all'unanimità dei componenti la commissione, elementi presi in considerazione sono il punteggio totale (se sommando alla media ponderata gli eventuali punti previsti dalle lettere a. b. d., il candidato raggiunge un valore maggiore di 110).

 

BIENNIO

Alla media ponderata

per ogni lode conseguita 

Si aggiunge un bonus di

Per lavoro di tesi la commissione può attribuire un voto

L'attribuzione della lode avviene all'unanimità dei componenti la commissione

La lode si ottiene se sommando la media ponderata, ai punti previsti dalle lettere a. b.  d., il candidato raggiunge una votazione finale maggiore di 110

 

Se si è in corso

X

0,25 max 1 punti

1 punti

0 a 6

Se si è fuori corso 

X

0,25 max 1 punti

0 punti

0 a 6