La nostra strategia di modernizzazione e internazionalizzazione si fonda sul concetto di condivisione delle idee e pratiche delle arti figurative, digitali e scenografiche.

Nel Sud Italia abbiamo una naturale propensione all'accoglienza ed all'apprendimento alla pari: Bari è considerata, da sempre, la porta verso l'Oriente. Questa attitudine è la base del nostro approccio formativo. Un approccio che va oltre le lingue, le credenze e le razze. La modernizzazione è messa in relazione critica con le pratiche e le storie del territorio.

L'innovazione è intesa come una opportunità per costruire una società aperta fondata sull'integrazione e l'interazione.

I mondi delle arti figurative, digitali e scenografiche sono in continuo mutamento. Le nuove generazioni hanno sempre più bisogno di prendere coscienza dei vantaggi della mobilità, dei flussi e dei mutamenti. Tutto ciò si può ottenere grazie al supporto professionale e finanziario che garantisce la cooperazione, gli scambi e la condivisione.

I nostri partenariati sono ottenuti con modalità diverse: il capitale relazione dei nostri docenti e studenti; il passa parola; le visite preparatorie; i contatti online. Seguendo l'approccio della condivisione non abbiamo nessun tipo di restrizione geografica alla cooperazione internazionale.

L'accettazione di un accordo è basato su pochi punti: sicurezza, qualità delle lezioni, facilità di accesso al territorio, presenza di istituzioni artistiche (musei, gallerie), diversità di metodologie didattiche e di discipline rispetto alle proprie. Intendiamo l'internazionalizzazione come un processo di condivisione di esperienze e conoscenza sia a livello locale sia a livello globale. Questo è l'obiettivo principale delle nostre attività orientate alla mobilità dello staff accademico e degli studenti nel primo e secondo ciclo.

 

Erasmus Policy Statement (english)

Our modernisation and internationalisation strategy is founded on sharing ideas and practices in fine, digital and scenographic arts. In the South of Italy we have a natural attitude to welcome diversity and peer learning. This attitude is the foundation of our educational approach. An approach that overcomes languages, creeds and races.

Modernization is critically related to local practices and history. Innovation is intended as an opportunity to create an open society founded on integration and interaction.

The worlds of fine, digital and scenographic arts are in a constant mutation. New generations need more awareness on mobility, flows and mutations. This can be achieved with professional involvement and financial support that guarantees cooperation, exchanges and sharing. Our partners come from different connections: relational capital of institution staff and students; word of mouth; preparatory visits; online networking. Following our approach there are no geographical restrictions to international cooperation.

The acceptance of an agreement is based on few points: safety, quality of classes, logistic approach in the local area, presence of art institutions (museums, galleries), diversity of teaching methods and disciplines. Internationalisation is sharing experiences and knowledge at local and global level. This is the most important objective of our mobility activities involving both the staff and students in first and second cycles (we haven’t got a third cycle).

 

Responsabile Erasmus

  • Prof. Giuseppina Petruzzelli
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.