Workshop

 

Cos'è un libro per bambini o per ragazzi? Come si racconta per immagini? Come si illustra un libro? Chi sono i maggiori illustratori di libri per l’infanzia nel panorama nazionale ed internazionale? Quanti generi di libri per bambini ci sono? Che differenza esiste tra illustrare per bambini di fascia prescolare o per adolescenti? Che relazione esiste fra parola e immagine e quanto conta la grafica in un libro per bambini e ragazzi? Che rapporto s'instaura fra autore e illustratore? Cosa sono i diritti d’autore? Come ci si propone ad un editore? 

Il Workshop è mirato a favorire un approccio metodologico che consenta a quanti sono interessati di sapersi orientare, auto-aggiornare e auto-formare nel settore e a saper scegliere le metodologie più appropriate per poter ideare e narrare per immagini nella progettazione di libri illustrati per l’infanzia con tecniche e materiali diversi. 

 

PROGRAMMA

Introduzione all'argomento, sarà un approccio mirato al mondo dell’illustrazione italiana e internazionale attraverso  la conoscenza di autori, illustratori e editori, in ambito nazionale ed internazionale. La metodologia di lavoro diretta e partecipata sarà costantemente supportata  dal diretto approccio ai libri come oggetti e, poi, come contenitori di contenuti; sarà affiancata dall’osservazione dall’analisi attenta di come guardano e leggono i bambini e di come la loro serietà e attenzione impongano, a chi scrive e illustra per loro, un lavoro dove precisione e rigore sono fondamentali.

Saranno esaminati dapprima alcuni esempi significativi per approfondire la relazione esistente fra testo, immagini e grafica; si analizzeranno libri appartenenti a generi diversi, quali fiabe, racconti, filastrocche, ecc. e destinati a varie fasce d’età (libro prescolare, libro pop-up, tascabili, ecc.) , al fine di apprendere come ragionare sulle scelte: quella del tema intorno a cui costruire il libro e quella delle tecniche e dell’impaginazione grafica in relazione al testo.

Le  esercitazioni proposte saranno mirate alla realizzazione di racconti per immagini, attraverso il lavoro sull’ideazione di brevi testi e/o storie e la creazione di personaggi e luoghi, spaziando dalla rielaborazione di testi propri o già scritti.

Obiettivo finale è la realizzazione di menabò scritto e illustrato in forma individuale.

 

TEORIA e PROGETTAZIONE

Pillole di teoria

Cenni sulla storia della Letteratura per l'Infanzia e dell’illustrazione - Autori, illustratori ed editoria in campo nazionale ed internazionale - Opportunità di autoformazione/informazione: fiere nazionali ed internazionali, mostre, eventi, corsi, festival e scuole – L’editoria per l’infanzia nel mondo adulto.

Illustrare è narrare

Illustrare è raccontare o raccontarsi? - Il libro illustrato - Il rapporto tra testo ed illustrazione – Ad inventar storie o ad illustrarne di già scritte - Far nascere un’idea (la ricerca iconografica, lo sviluppo di  uno stile personale) - Tecniche dell'Illustrazione: dall’idea al progetto - Dal progetto al libro: lo storyboard (suddivisione del testo, gabbia grafica, font) - Scegliere tra carta e digitale - Le parti di un libro - Scrittura e forma di un testo – Composizione, impaginazione  ed editabilità.

Osservazione e ricerca: entrare nella progettazione

Illustrare per differenti fasce d’età: bambini e ragazzi da 0 ai 14 anni - Osservare i bambini:  i loro gusti e i criteri di scelta - I vari generi letterari - Fiction e non fiction - Cenni su libri gioco e libri pop-up - Sviluppare l’idea con gli attrezzi del mestiere: ricerca, studio e caratterizzazione di personaggi, oggetti e luoghi.

La figura professionale dell'Illustratore

L'autopromozione - La preparazione di un Portfolio - Il rapporto tra autore e illustratore - Come funziona una Casa Editrice  - Come presentarsi all'editore - Il rapporto con gli art director e gli editori - La vendita dei libri - I contratti - Le royalty – Intorno all’illustratore.

Assegnazione di un progetto libro.

Rapporto tra testo ed immagine - Struttura della storia - Descrizione narrativa - Caratterizzazione di personaggi e luoghi - Dinamica della pagina: tipografia, caratteri, font, testo copertine , scrittura manuale – La copertina - Storyboard personale: schizzo, prova colori e illustrazioni finali – Creare un menabò completo e una sovraccoperta artigianalmente.

 

GLI STUDENTI INTERESSATI POSSONO ISCRIVERSI E METTERSI IN CONTATTO CON LA PROF.SSA PAOLA PISTONE SCRIVENDO A: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

IL CORSO SARA’ PRESENTATO IL GIORNO 17 GENNAIO ALLE ORE 15 PRESSO L’AULA DI DECORAZIONE; LE ALTRE DATE SARANNO COMUNICATE IN QUELLA SEDE.

 

1CFA

 
Ha scritto il graphic novel, uscito per Bao Publishing che s’intitola Biliardino e racconta la storia di Alejandro Finisterre, l’uomo cui si deve la versione moderna di quello che forse è il gioco più diffuso al mondo: il biliardino.
 
Lunedì 18 dicembre sarà da noi per spiegare tecniche e trucchi della sua matita.
 
 
Attachments:
Download this file (disegnospataro.pdf)disegnospataro.pdf[ ]2963 kB

La cattedra di Illustrazione Scientifica in collaborazione con Spine quest'anno ospita Tuono Pettinato, Andrea Paggiaro, illustratore di libri per l'infanzia e fumettista, ma principalmente attento “scrittore” dalla vivace matita, delle biografie a fumetti di Galileo Galilei e Alan Turing sempre affiancato dalla fisica Francesca Riccioni.
Il suo rigore professionale è di particolare interesse per il percorso formativo dei nostri studenti che potranno, giovedì 7 dicembre, ascoltarlo e intervistarlo.
Il workshop darà diritto a mezzo credito formativo.

 

 

 

a cura di Prof.ssa Magda Milano

3O novembre 2O17

Aula 34 - BARI

Ore 9.oo/17.oo

Un Credito Formativo

 

Trainer

Arch. Silvana mMasciopinto

Dott.ssa Francesca Pilò

Prof.ssa Daniela Poggiolini

Ideazione ed organizzazione a cura di
Dr.ssa ANTONIA SPADAVECCHIA
Prof.ssa CARMELA MARIA PATRIZIA D’ORAZIO
Dal 3 Novembre 2017 – aula 31 – ORE 9:30- sede di Bari.
Il workshop darà diritto a 2 CF.


Il workshop intende fornire agli studenti la conoscenza dei metodi sperimentali di incisione NON – TOXIC (Non tossici), diversamente dai metodi tradizionali della Grafica d’Arte.
Per tutta la durata del progetto è previsto l’intervento della Dr.ssa Antonia Spadavecchia , già Cultrice della Materia che ha svolto un’ approfondita ricerca e sperimentazione dei metodi non-toxic e in particolare del metodo Printmaking SOLARPLATE.

Cos’è il metodo SOLARPLATE?
Il metodo Solarplate rappresenta un passo avanti nella direzione di un modo di operare in maniera ecologica; oltre a configurarsi come una necessità per gli artisti che vogliono lavorare in sicurezza e per tutti coloro che vogliono confrontarsi con diversi sistemi da quelli tradizionali della Stampa d’Arte.
Questo metodo di fotoincisione sperimentato negli USA nei primi anni 70 dall’americano Dan Welden, maestro incisore, pittore, insegnante e autore di fama internazionale, inoltre permette di ampliare lo spettro grafico – visivo della qualità del segno unitamente a tutti i valori dell’ acquatinta.

IL workshop si suddivide in 3 diverse fasi :
• La PRIMA FASE prevede lezioni teoriche e la realizzazione di bozzetti preparatori sia con le tecniche tradizionali ( penne, pennarelli, inchiostri etc..) e sia con elaborazioni digitali; inoltre di fondamentale importanza in fase progettuale è l’uso di materiale fotografico, infatti la fotografia è parte integrante del progetto.

• Nella SECONDA FASE è prevista la realizzazione delle matrici partendo da una lastra di alluminio ricoperta da una superficie polimerica fotosensibile, dove la morsura del disegno , stampato su acetato viene ottenuta esponendo la lastra a luce UV artificiale o luce diretta del sole, mentre il suo sviluppo avviene in acqua in camera oscura.

• Nell’ ULTIMA FASE del workshop invece si procederà alle varie fasi di stampa con prove di colore ed eventuali stampe in sovrapposizione con matrici tradizionali della Grafica d’Arte.